StudiareSardegna.it > Pubblicazioni Centro di studi filologici sardi > Scrittori sardi >

Il Condaghe di Santa Maria di Bonarcado


Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://www.studiaresardegna.it/123456789/38

Title: Il Condaghe di Santa Maria di Bonarcado
Authors: Virdis, Maurizio
Data: ago-2002
Publisher: Cuec/Centro di studi filologici sardi
Abstract: Il Condaghe di Santa Maria di Bonarcado (oggi custodito presso la Biblioteca Universitaria di Cagliari), testimone della vita economica e sociale del monastero arborense dei Camaldolesi, è una delle fonti di maggiore rilevanza per la ricostruzione della storia sarda del medioevo, e in particolare per la storia del Giudicato d’Arborea nei secoli XII e XIII. Ma fonte importante è pure, insieme ad altri Condaghi e carte medievali, per la storia della lingua sarda e in genere per gli studi filologici e glottologici: ciò tanto per la tipologia varia delle scritture, quanto per i diversi aspetti grammaticali, e per la sintassi che, se sotto molti aspetti è simile a quella dell’attualità contemporanea, per altri rivela fatti tipici del medioevo, più generalmente romanzi o più specificamente sardi. Questo importante documento ci attesta la lingua di un’area dialettale particolare che si dimostra, ieri come oggi, un’area di cerniera, non soltanto da un punto di vista diatopico, ma anche diacronico: segno di un travaglio linguistico che qui, regione geograficamente e culturalmente intermedia dell’Isola, si conserva come ‘marmorizzato’ fino ad oggi, quasi immagine del processo evolutivo della lingua sarda nella sua interezza.
URI: http://hdl.handle.net/123456789/38
ISBN: 88-8467-094-2
È visualizzato nelle collezioni:Scrittori sardi

File in questo documento:

File Descrizione DimensioniFormato
Il Condaghe di Santa Maria di Bonarcado.pdf2.48 MBAdobe PDFVisualizza/apri

Tutti i documenti archiviati in StudiareSardegna.it sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.